Nazionalizzazioni

     

    Per trasferire in Italia un veicolo acquistato all'estero, occorre immatricolare il veicolo all'ufficio provinciale della Motorizzazione Civile , e successivamente iscriverlo al Pubblico Registro Automobilistico .

    Il veicolo acquistato all'estero, può essere sia nuovo che Usato.

    Per veicolo nuovo si intende:

    - un veicolo nuovo di fabbrica di proveninze UE mai immatricolato

    - un veicolo già immatricolato in un Paese UE che non abbia percorso più di seimila chilometri o che è stato ceduto entro sei mesi dalla data di prima immatricolazione all'estero.

    Per veicolo usato invece si intende :

    - un veicolo già immatricolato all'estero in un paese UE che ha percorso più di seimila chilometri e che è stato ceduto oltre sei mesi dalla data di prima immatricolazione estera .

     

     

    La prima cosa da fare , è rivolgersi all'ufficio provinciale della Motorizzazione Civile per le necessarie verifiche sulla idoneità tecnica della documentazione e sulla regolarità degli adempimenti fiscali, con particolare riguardo all'assolvimento degli obblighi IVA.

    Dopo tali verifiche preliminiri, possiamo procedere alla immatricolazione e alla iscrizione del veicolo  in Italia al PRA .

    Le modalità di immatricolazione e iscrizione in Italia di un veicolo proveniente dall'estero , differiscono a seconda che si tratti di un veicolo proveniente dalla Unione Europea oppure da un paese extra UE .

    IMMATRICOLAZIONI E ISCRIZIONE AL PRA di veicoli importati da un paese UE .

    Solitamente è possibile rivolgersi ad uno Sportello Telematico dell'Automobilista per immatricolare e iscrivere al PRA un veicolo nuovo o usato importato in Italia da un Paese UE o appartenente allo Spazio Economico Europeo ( Islanda, Norvegia,Linchstein). Otterremo così  contemporaneamente sia la carta di circolazione che il certificato di proprietà del nosto veicolo. Nel caso in cui non sia possibile utilizzare lo S.T.A. , bisognerà prima provvedere alla immatricolazione presso l'ufficio Provinciale della Motorizzazione e successivamente ,entro 60 giorni dalla data di rilascio della carta di circolazione , alla iscrizione del veicolo nel Pubblico Registro Automobilistico.

    Documentazione da presentare per  richiesta effettuabile allo STA, autoveicolo nuovo :

    - fotocopia di un documento d'itentità -riconoscimento dell'acquirente in corso di validità ,

    - certificato di residenza o dichiarazione sostitutiva di certificazione attestante i dati anagrafici

    - modello NP2B per l'iscrizione al PRA

    -istanza dell'acquirente, o atto di vendita o atto pubblico o sentenza

    - dichiarazione di conformità o certificato di conformità europeo con omologazione italiana o certificato di conformitàeuropeo accompagnato dalla dichiarazione per l'immatricolazione rilasciati dalla casa costruttrice

    -domanda compilata sul modello TT2119 (MCTC) e firmata dall'acquirente

    - nel caso in cui l'acquirente sia una persona giuridica, occorre certificato della camera di commercio in bollo, o dichiarazione sostitutiva resa dal Legale Rappresentante che attesti la sede della persona giuridica

    - nel caso in cui l'acquirente sia un cittadino extracomunitario residente in Italia, occorre produrre anche copia del permesso di soggiorno in corso di validità, o permesso di soggiorno scaduto con allegata la ricevuta comprovante l'avvenuta presentazione della richiesta di rinnovo, oppure copia del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo .

     

     

    Documentazione da presentare per richiesta effettuabile con STA , autoveicolo usato

    - fotocopia di un documento d'identità-riconoscimento dell'acquirente in corso di validità,

    - certificato di residenza o dichiarazione sostitutiva di certificazione attestante i dati anagrafici,

    - modello NP2B per l'iscrizione al PRA

    - istanza dell'acquirente, oatto di vendita o atto pubblico o sentenza

    - carta di circolazione estera e fotocopia della stessa

    - domanda compilata su nodello TT2119 (MCTC) e firmata dall'acquirente,

    - nel caso in cui l'acquirente sia una persona giuridica, occorre certificato della camera di commercio in bollo, o dichiarazione sostitutiva resa dal Legale Rappresntante che attesti la sese della persona giuridica

    - nel caso in cui l'acquirente sia un cittadino extracomunitario residente in Italia, occorre produrre anche copia del permesso di soggiorno in corso di validità, o permesso di soggiorno scaduto con allegata la ricevuta comprovante l'avvenuta presentazione della richiesta di rinnovo, oppure copia del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo

     

    IMMATRICOLAZIONI E ISCRIZIONE AL PRA di veicolo di provenienza Extra UE

    Le richieste di immatricolazione e l'iscrizione al PRA di veicoli ( nuovi o usati ) di provenienza extera UE non possono essere presentate allo Sportello Telematico dell'Automobilista (STA).

    Quidi bisogna immatricolare il veicolo all'ufficio provinciale della Motorizzazione e poi , entro sessanta giorni dalla data di effettivo rilascio della carta di circolazione, iscrivere il veicolo al  Pubblico Registro Automobilistico.

    Anche in questo caso va ricordato il rispetto della normativa in materia fiscale per il corretto assolvimento dell'IVA.

    Inoltre bisogna anche ricordare che tali autoveicoli, andranno anche sottoposti a collaudo .

    Per quanto riguarda la documenta è la stessa di quella richiesta per i veicoli comunitari .

     

     

     

    Consulenza Automobilistia M.P. Snc di Martelli Catia & C. P.I. 03202630483

    Please publish modules in offcanvas position.